Archivi della categoria: Vangelo del giorno

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Mercoledì 22 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 3,16-21) In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Mercoledì 22 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Martedì 21 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 3,7-15) In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Non meravigliarti se ti ho detto: dovete nascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito». Gli replicò Nicodèmo: «Come può accadere questo?». Gli rispose Gesù: «Tu sei maestro di Israele e non … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Martedì 21 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Lunedì 20 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 3,1-8) Vi era tra i farisei un uomo di nome Nicodèmo, uno dei capi dei Giudei. Costui andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei venuto da Dio come maestro; nessuno infatti può compiere questi segni che tu compi, se Dio non è con lui». Gli rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Lunedì 20 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Domenica 19 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Giovanni (GV 20,19-31) La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Domenica 19 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Sabato 18 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 16,9-15) Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero. Dopo questo, apparve sotto altro … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Sabato 18 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Venerdì 17 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 21,1-14) In quel tempo, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberiade. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Venerdì 17 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Giovedì 16 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 24,35-48) In quel tempo, [i due discepoli che erano ritornati da Èmmaus] narravano ciò che era accaduto lungo la via e come l’avevano riconosciuto nello spezzare il pane. Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Giovedì 16 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Mercoledì 15 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 24,13-35) Ed ecco, in quello stesso giorno, [il primo della settimana,] due [dei discepoli] erano in cammino per un villaggio di nome Èmmaus, distante circa undici chilometri da Gerusalemme, e conversavano tra loro di tutto quello che era accaduto. Mentre conversavano e discutevano insieme, Gesù in persona si avvicinò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano impediti a … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Mercoledì 15 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Martedì 14 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 20,11-18) In quel tempo, Maria stava all’esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Martedì 14 aprile 2020 »

Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Lunedì 13 aprile 2020

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 28,8-15) In quel tempo, abbandonato in fretta il sepolcro con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annuncio ai suoi discepoli. Ed ecco, Gesù venne loro incontro e disse: «Salute a voi!». Ed esse si avvicinarono, gli abbracciarono i piedi e lo adorarono. Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in … Continua a leggere Commento al Vangelo dell’Arcivescovo – Lunedì 13 aprile 2020 »